macchina_da_cucire_header

La Diva del Quilt

Quilt Diva
Quilt Diva

Eccola qui è proprio Lei, la Diva, La Diva del Quilt, piena di charme e di fantasia. Non teme le critiche, si comporta come si sente, per questo possiede molte amiche, è una di noi. Sfido chiunque a non sentirsi rappresentata in questo disegno. Lei si diverte, sempre, sa come scacciare problemi e cattivi pensieri.

Amy Yardley è la Quilter che l’ha creata, sicuramente pensando a qualche cara amica o perché no a sé stessa. Ne ha fatte diverse, tutte stravaganti Signore appassionate di Quilting.

Ogni cosa in questo disegno ci ricorda molte cose conosciute, ma sicuramente molte ne aggiungeremo personalizzando la “nostra Diva”.

La costruiremo insieme e ci divertiremo, ognuno la sua.

Un po’ di lavoro a casa ma in tre incontri saremo a buon punto per finirla e metterla in mostra, magari tutte assieme.

Vi fornirò il materiale cartaceo per realizzarla, per le stoffe avrete gli archivi

pieni e poi c’è Mondo di Pezza, scraps e fat quarter a portata di mano.

Il lavoro si realizza in Appliqué, con la tecnica che preferirete usare, a mano, a macchina ecc.

Divideremo , come d’altronde ha fatto la sua autrice, la Diva in gruppi comprendenti i pezzi di una parte della figura. I Gruppi saranno 6, cominceremo dalla testa, poi la collana con le spolette di filo, il terzo sarà il trolley, il n.4 calze, calzini e scarpe( veramente lei viaggia in ciabatte ), il quinto la scatola da lavoro, un beauty-case vero e proprio, il sesto la veste, le braccia, i braccialetti, la stola.

Io ho usato freezer paper per copiare i modellini, si può usare anche fusible.

Prepareremo tutte queste parti che poi sistemeremo sulla stoffa di base. Sarà molto importante servirsi dei modelli realizzati per controllare le varie fasi , qui sarà utile la famosa colla Roxane (quando ho realizzato la mia Diva ancora non c’era ). Se la guardate in ogni gruppo potete esercitare la vostra personale creatività, aggiungendo gadget, ricamo, ricordi.

Quando sarà tutto applicato prepareremo i bordi e dopo avere messo insieme pannello imbottitura e fodera, quilteremo il pannello, nelle cuciture e per il resto a piacere, senza dimenticare di fornirlo di un bel manicotto per appenderlo.

Andiamo avanti che cosa serve per fare il pannello ?

La stoffa per la base della Diva, misura 107×45 cm., vi consiglio una tinta chiara.

La stoffa per i bordi . I laterali misurano 6 cm., così quello superiore; quello inferiore su cui verrà messa la “scritta” 20cm.

Carta freezer- paper, non troppa perché si può usare più volte

Appretto spray, ne basteranno due per tutte le allieve

Pennelli sottili per stenderlo

Forbici da stoffa e da carta

Fili in tinta, normali, da ricamo, per l’appliqué , lana , filati da crochet come preferite per certi particolari.

Decidiamo le stoffe e gli abbinamenti da subito, se possibile, ma sono ammessi i ripensamenti.

Seguendo le istruzioni cominceremo dalla testa il Gruppo 1

Avrete tutte le vostre copie della Diva, del corpo e degli annessi. Ne farò qualcuna di misura un po’ ridotta, non tutte siamo piene di porte e pareti da decorare. Usate un foglio per volta, ricalcheremo i vari pezzi un po’ alla volta, li ritaglieremo e li stireremo sulla stoffa prescelta, col pennellino e l’appretto bagneremo e ripiegheremo col ferro da stiro i bordi. Saranno pronti per l’appliquè, mettiamoli da parte e proseguiamo.

Continueremo con i Gruppi 2 e 3 : la collana e la valigia trolley.

Nell’originale troverete numeri su ogni pezzo da riprodurre, questo facilita il lavoro, per chi è già abituato alla freezer-paper non sarà difficile orientarsi.

Non vi do l’inizio e la fine di ogni incontro, ci fermeremo comunque alla fine delle tre ore di lavoro insieme, chi rimane un po’ indietro potrà fare del lavoro a casa.

Proseguiamo con il Gruppo 4, gambe, calze, scarpe=ciabatte, poi il Gruppo 5 la trousse da lavoro, un disordinato beauty-case.

Il Gruppo 6, braccialetti, vestito, camicia, stola e braccia.

Già si intravede al bellezza della nostra Diva. Cominciate ad esercitare la vostra fantasia decorativa.

Tagliamo la base e i bordi e piazziamo tutti i pezzi finiti (stirati e ripiegati, pronti per essere applicati ). Ci serviremo di un po’ di colla naturalmente. Verranno applicati in questo ordine : la testa, la sottana sinistra e destra, le gambe.le calze e le ciabatte.

Poi Il beauty- case da lavoro infilandolo sotto il vestito, la stola, parte destra, ecc ecc.

 

Tullia Ferrero – Scuola romana Quilting

Logo Scuola Romana Quilting

Condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia una risposta